Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2021

I viaggi della “Speranza”

Il nostro mirabolante ministro Speranza, ne ha pensata un’altra. Si sa, i geni non riescono a stare fermi. Ho lavorato molto tempo con Edoardo Bennato lui si genio vero e, lo amavo definire un “essere ansioso che si placa solo facendo dischi e concerti”.   Di conseguenza anche Speranza non riesce a stare fermo e, deve produrre. Una nuova ordinanza, un nuovo decreto, o sparare una qualsiasi balla.   Il nostro ministro vorrei ricordare che si è sposato in Israele lui, cittadino italiano, con rito ebraico. Questo già dovrebbe farvi venire in mente qualche domanda.   Ma torniamo al tema dell’Articolo: che cosa si è inventato oggi il sorprendente Speranza? Si è prodotto in un’ordinanza, che riguarda la “Sperimentazione di corridoi Covid Free per i viaggi”. La parola “sperimentazione” è inserita nel testo dell’ordinanza, così da chiarire subito i dubbi di molti.    https://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2021&codLeg=82998&parte=1%20&ser

Never ever die young

“Never give up, never slow down Never grow old, never ever die young” Lo scriveva James Taylor nel 1988 riferendosi a quando eravamo bambini, a quando credevamo che il mondo fosse nostro. Allora, pensavamo che i pomeriggi d’estate non sarebbero mai finiti, che avremmo scritto sulle pietre il nome del nostro primo grande amore e, che sarebbe stato per sempre. Essere bambini, adolescenti e poi giovani, vuol dire crescere, imparare, sognare, sperare, costruirsi un futuro. Noi i genitori, speriamo da sempre che il futuro dei nostri figli sia migliore del nostro. Ci sono genitori, che hanno venduto i propri figli per soldi, pochi davvero, perché costretti dalla guerra, perché indifferenti alla vita, perché in fondo poi, ognuno ha una sua morale, un suo modo, una sua vita che ritiene di gestire come meglio crede. Ci sono genitori che hanno combattuto e sono morti per i propri figli, che si sono sacrificati per loro, che li hanno vestiti, c

La Sindrome di Stoccolma

La Sindrome di Stoccolma, per chi non lo sapesse, è un particolare stato di dipendenza psicologica e affettiva che si si instaura in alcuni casi nelle vittime di violenza, fisica e psicologica, nei confronti del proprio carnefice. Per farla breve, invece di odiare il tuo carnefice finisci per amarlo. È quello che sta succedendo alla maggior parte delle persone vaccinate, che sono soggette purtroppo a decessi o reazioni avverse anche molto gravi. Ho conoscenza diretta di moltissime persone che hanno avuto gravi reazioni avverse come paralisi di arti, trombi o devastazioni cutanee del viso, del corpo etc. etc. Nessuno di loro, però, imputa anche una piccola ipotesi di colpa al vaccino. Ho una amica che ha la parte destra del corpo paralizzata e coperta di piaghe. Malgrado le richieste ad indagare più a fondo, lei è convinta che sia allergia. Così un’altra conoscenza che, addirittura, dice di avere il Fuoco di Sant’Antonio. La cosa grave è che nessuno di loro ha mai segnalato le reazioni

Ci piace vivere così

Le cronache giornaliere, riportano casi sempre più crescenti di decessi e avverse reazioni gravi al vaccino anti Covid.  Quasi il 90% delle persone interessate a questi eventi, si rifiuta di ammettere che forse, è colpa del vaccino e, di conseguenza, non fa le segnalazioni all’AIFA. Tantomeno i medici che li visitano e gli ospedali che li ricoverano.  Nel frattempo, in Israele si procede con la terza dose, visto che purtroppo, la situazione si sta aggravando. Da noi molti lavoratori, si sono ritrovati a settembre senza lavoro, perché a giugno, molte aziende e fabbriche hanno chiuso. Salvini, fa la voce grossa e spera di recuperare elettori, ma poi in parlamento, ritira gli emendamenti sul Greenpass e così il governo, evita la fiducia e voterà l’obbligo per molte categorie di lavoratori (quelli che restano ovviamente). Come già scritto precedentemente, stiamo emulando gli unici tre stati al mondo che hanno un obbligo di Greenpass: Micronesia, Indonesia e Turkmenistan. C’è da esserne fie

Obbligo Vaccinale

Finalmente l’Obbligo Vaccinale. Era ora !   Sono molto contento che il Governo obblighi tutti a fare il vaccino. L’obbligo vaccinale, da “dovere morale”, è passato così ad “obbligo di regime”. Vabbè in fondo non fa molta differenza e se ne fa, non frega niente a nessuno.   Sono anche molto contento che faranno a tutti la terza dose. Così, farsi le due dosi di vaccino per “uscire dalla pandemia” è diventato: farsi il vaccino a vita per restare “a vita” nella pandemia.   In fondo è un po’ il leitmotive di questa storia: Ti chiudo in casa così a breve si ricomincia. Ti chiudo i cinema perché così poi magari si riapre. Ti chiudo i ristoranti che vedrai che poi si riparte. Ti chiudo le fabbriche perché non c’è più lavoro , ma poi vedrai che ritorna… insomma, poco alla volta la tua vita sta scomparendo e sta diventando la loro vita.   Oggi ho letto che “l’obbligo vaccinale è in vigore in molti paesi”. Cioè, vorremo mica restare indietro e fare