#unmuskyourlife

Il 5 di Marzo sarà il mio compleanno. Mi sono regalato un sogno.

Oggi, 5 Marzo 2021, il nuovo Governo ha giurato con tutti i Ministri e si è insediato a Palazzo Chigi. Alle ore 20.30, in diretta contemporanea su tutte le reti televisive e radio della Nazione, parla il nuovo Presidente del Consiglio:

“Signore e Signori, Cittadine e Cittadini di questa Nazione che è la nostra Nazione e che si chiama Italia. Sono il nuovo Presidente del Consiglio. Ho voluto fare questo intervento in diretta tv e radio, per dirvi che cosa sta realmente succedendo nel nostro paese e quello che succederà dalla mezzanotte e un minuto di oggi 5 marzo 2021. Sappiamo tutti quanto la situazione sia lavorativa che psicologica, abbia oltrepassato qualunque limite e sia degenerata, in una sorta di fosche visioni sul futuro, di non speranza, di non lavoro, per milioni di famiglie sulla soglia della povertà. Sappiamo come il PIL del nostro paese sia stato sotterrato da provvedimenti, scelte e diktat iniqui e sbagliati. Sappiamo tutti come il terrore abbia invaso le nostre case, si sia propagato tra noi come la corrente elettrica scorre veloce nei fili, procurando un gigantesco shock psico/emotivo, dal quale non lo nego, faremo molta fatica e impiegheremo anni ad uscire e ristabilire un minimo di equilibrio nei comportamenti, nel sociale, nei nostri cuori nelle nostre anime. Sappiamo benissimo tutti, come le fasce più deboli della popolazione, siano state prese alla sprovvista e abbiano resistito nella povertà, nelle privazioni nella paura, sperando in aiuti, agevolazioni e visioni di un futuro che non sono mai arrivati. Sappiamo tutti come i media, nessuno escluso, dalla stampa alle tv alle radio abbiano cavalcato il main stream, si siano resi complici di questo gigantesco disastro di proporzioni bibliche, che ha distrutto la storia millenaria del nostro paese vanificando guerre, resistenze e lotte, che avevo portato la nostra nazione ad essere rispettata amata sognata e ambita, da tutti i popoli della terra.

Ebbene quello che sto per dirvi, quello che il Governo ha elaborato e costruito da quando è stato nominato, sarà una svolta epocale nella gestione di questa situazion. Noi non possiamo permettere che qualunque cosa, chiunque o qualunque evento naturale, possa demolire, cambiare e sotterrare il nostro paese, il nostro popolo, la nostra storia. Il Ministero della Salute, da oggi cambierà nome e si chiamerà #unmaskyourlife. Un hashtag che vogliamo diventi uno stile di vita, un mantra da ripetere ogni momento, ogni attimo della giornata. #unmaskyourlife, non vuol solo dire togliamoci le mascherine, ma vuol dire riprendiamoci la nostra vita. Sappiamo che non sarà facile, che non sarà indolore, che ci vorrà del tempo ma se vogliamo ricostruire un futuro degno per noi e i nostri figli, dobbiamo riprenderci la nostra vita. Il Governo ha quindi preso decisioni e sancito regole, che diventeranno esecutive dalla mezzanotte e un minuto di questa stessa sera.

Le regole sono le seguenti:

Le mascherine non saranno più obbligatorie. Le potete gentilmente gettare, negli appositi porta rifiuti che sono stati creati e che troverete agli angoli di tutte le vie, per poterne permettere il regolare smaltimento. Perché non vogliamo solo toglierci le mascherine, ma vogliamo anche smettere di inquinare questo pianeta. Lo dico a tutti e in particolare alle giovani generazioni, andare in giro per strada soli o in un parco sperduto indossando le mascherine, non fa Cool. Non è figo. Fa idiota. Uscire in coppia di casa, dopo aver passato una notte nello stesso letto, indossando le mascherine, non fa Cool, fa Idiota. Transitare chiusi in macchina da soli con la mascherina non fa Cool, fa semplicemente Idiota. Da oggi le mascherine non saranno più obbligatorie e non è solo un gesto qualunque quello di levarsele dalla faccia. Vorrà dire riprendere a respirare la nostra aria, guardare il viso delle persone, vederle sorridere, sentire il suono della loro voce. So che molti faranno fatica a toglierle ed è per questo che tollereremo per un certo periodo chi vorrà continuare ad indossarle.

Il Vaccino non sarà obbligatorio in nessun caso. Chi vorrà potrà comunque farlo, come per il vaccino influenzale e sarà il medico di base a somministrarlo, com’è stato in tutto questo tempo per ogni tipo di vaccino che avete fatto. Il medico di base, dovrà pena la radiazione dall’albo, informare la persona che si deve vaccinare, dell’assoluta arbitrarietà della propria decisione, della non obbligatorietà del vaccino e soprattutto, dovrà in modo esaustivo informare il proprio paziente di tutti gli effetti collaterali possibili che la vaccinazione può riservare. Manderemo in modo casuale, pazienti che collaborando con il nostro ministero, controlleranno che tutte le norme descritte vengano messe in atto. In caso di inosservanza delle regole, il Medico verrà immediatamente radiato dall’albo e gli sarà imposto di non esercitare più.

Non ci saranno Gazebi con Primule per chi deciderà di vaccinarsi. Non daremo in mano a nessun Architetto, le chiavi per disegnare fantomatiche scatolette che, sparse per le strade del nostro paese, invitino le persone al vaccino. I soldi che dovevano essere spesi per i Gazebo e la loro progettazione, verranno immessi nella ristrutturazione della medicina di base e nella prevenzione delle malattie.

Non ci sarà nessun Comitato Scientifico. Da oggi sono banditi i proclami e le esternazioni di pseudo-virologo o dottori di qualunque categoria. Nessuno di loro potrà più sentenziare o dichiarare i suoi strali in televisione, in radio o in interviste a qualunque giornale. Chi intraprenderà la strada di dichiarare falsi numeri di ricoverati, o di terapie intensive piene o di decessi non avvenuti, o terrorizzerà il popolo con drammatici proclami, verrà immediatamente radiato dall’albo dei medici e dopo regolare processo, gli verranno tolte le carte di credito, i beni di sua proprietà verranno venduti e i conti bancari sequestrati. I soldi ricavati da queste sentenze, verranno immessi nei circuiti ospedalieri, per rafforzare il sistema sanitario e riportare i nostri ospedali al livello che compete in un paese civile. D’ora in avanti parlerà una sola voce del Governo e nella fattispecie, sarà il Ministro del nuovo Ministero #unmaskyourlife, a tracciare direttive e parlare al popolo.

Chiunque farà delazione di persone che ospitano feste, cene o riunioni in case, locali della città, ristoranti etc., verrà immediatamente sanzionato con una multa che andrà da 450 euro a 1.000 euro a seconda della gravità della situazione. Il condannato, resterà nelle celle dello stato che verranno approntate nelle caserme vuote di tutto il nostro paese, sino a quando non avrà estinto il suo debito. I soldi recuperati da questi abusi assieme a cospicui stanziamenti da parte del Ministero delle Infrastrutture, verranno immediatamente usati per ristrutturare case popolari e quartieri dimenticati da anni di speculazione e disinteresse dei nostri governi passati.

Le attività lavorative riapriranno tutte indistintamente. Potrete tornare nei vostri luoghi di lavoro, ricominciare a far funzionare le vostre macchine, riaprire le finestre le porte e cercare di ricostruire un percorso distrutto da scelte scellerate che hanno messo in ginocchio il nostro paese. Teatri, Cinema palestre e qualunque attività ricreativa, tornerà a svolgere la sua normale mansione. Torneranno anche gli spettacoli dal vivo e finalmente, si potrà tornare a quella socialità che è l’essenza, la base della nostra stessa vita. Il paese a fatica lo sappiamo, ripartirà. Per questo chiediamo l’aiuto di tutti voi, perché si possa ricominciare a vivere, costruire, sognare tutti insieme.

Lo Stato non vi abbandonerà… si era detto. Sappiamo tutti che lo Stato invece, vi ha abbandonato, permettendo la progressiva discesa del suo popolo verso gli inferi della sofferenza, della paura e della fame. Questa volta non succederà. In accordo con il nuovo Ministero delle Finanze che si chiamerà: #supportmylife, abbiamo previsto una serie di interventi che dureranno anni e che serviranno a sostenere la popolazione sino al riavvio della macchina produttivo industriale del nostro paese. Sappiamo benissimo che non si può vivere di elemosina, ma la situazione che si è creata, ci impone ormai di sostenere in modo cospicuo per molto tempo famiglie e persone che sono senza più lavoro da tempo e soprattutto, senza più prospettive future. Dovremmo ridare a tutti loro una speranza, un lavoro e nel frattempo, permettergli di vivere dignitosamente. Ci vorranno forse molti anni, ma gli interventi previsti, sono stati studiati in modo accurato ed equo.

Verrà erogato uno Stipendio base a tutti coloro che hanno perso il lavoro e/o chiuso l’attività, che sono disoccupati o sono per età estromessi ormai dal mercato lavoro. I soldi che la comunità europea ha stanziato per il nostro paese, verranno distribuiti come sostegno alla popolazione e come carburante per far ripartire le nostre imprese, per crearne di nuove e per garantire a tutti un dignitoso modo di vivere. Non avranno aiuti tutte quelle categorie, che hanno accumulato nel tempo redditi o che ancora producono redditi superiori al triplo della media nazionale del reddito medio da lavoro dipendente o autonomo, sufficiente appena alla sopravvivenza o che non arriva ai 20 mila euro l’anno. Verranno fatti accurati controlli a sorpresa da una task force composta da cittadine/cittadini che in questi anni, sono sopravvissuti con entrate intorno ai mille euro al mese, mantenendo la famiglia e i figli con sforzi e privazioni non descrivibili. Non saranno più permessi contratti di lavoro a tempo determinato, inferiori ai 12 mesi. Se il contratto dopo tale termine verrà rinnovato, lo stesso dovrà essere a tempo indeterminato. Le grandi Aziende non avranno nessun aiuto statale. Non ci saranno immissioni di denaro pubblico nelle Aziende private. Abbiamo studiato un sistema che garantisca sgravi fiscali, legati alla produttività e al raggiungimento degli obiettivi. Dovranno essere presentati Business Plan al Governo ogni 12 mesi e saranno controllati dai nostri esperti, reclutati tra la forza lavoro delle stesse Aziende che presenteranno i piani.

Questi e moltissimi altri provvedimenti, sono stati presi per permettere al paese di ripartire. Per permettere alla popolazione di riappropriarsi della propria vita, per tornare a vivere la nostra vita. Ma abbiamo bisogno di tutti voi. Abbiamo bisogno che ognuno faccia la propria parte. Abbiamo bisogno che anche voi facciate qualcosa per voi stessi, per tornare a respirare e a intravedere un futuro. Sappiamo che non sarà facile, che ci vorranno molti anni e forse un’intera generazione per uscire da questo stato di paura, di sconforto, di terrore e di non vita, ma se insieme lavoreremo tutti con lo stesso obiettivo, sappiamo da noi stessi che ce la faremo.

Noi Ministri di questo Governo provvedimenti a parte, rinunceremo immediatamente a tutti i benefit che sono stati erogati per anni. Lo stipendio unico per ogni membro del Governo, sarà di 5 mila euro al mese. Gli anni passati in Parlamento, verranno cumulati con gli anni di lavoro che abbiamo svolto nella nostra vita prima e dopo l’incarico parlamentare, per accedere al calcolo della pensione. Non ci saranno privilegi, non ci saranno auto blu o biglietti aerei o treni garantiti e pagati dallo stato. Ogni trasferta dovrà essere accuratamente documentata e sottoposta al vaglio di una piccola commissione, composta da casalinghe che per anni hanno mandato avanti famiglie di 4 persone con un solo stipendio. Non sarà facile, non sarà una passeggiata per nessuno ma la vita, questa vita, la nostra vita, è l’unica che abbiamo e tutti, proprio tutti, hanno diritto di viverla al meglio e con la stessa dignità. Dovremo certo accettare in queste condizioni, un margine di rischio di qualcuno che si ammalerà ancora e forse, qualcuno se ne andrà. Ma questo, fa parte della vita e la costruzione di un mondo nuovo, la riconquista della nostra libertà, da sempre è costata qualche vittima e qualche sacrificio.

Mi auguro che ognuno faccia la propria parte e che da domani una nuova era inizi per la nostra Nazione. Auguro a tutti un futuro migliore. #unmaskyourlife.

Alle ore 24 e tre minuti, mentre usciva dal Parlamento, il nuovo Presidente del Consiglio veniva assassinato da sconosciuti che si dileguavano senza lasciare traccia. La “vecchia guardia” il “vecchio regime”, sapeva che non sarebbe sopravvissuto a questa new wave che aveva del rivoluzionario. Immediatamente tutti i membri del nuovo Governo vennero rimossi e incatenati nelle celle dello stato. Ma ormai la frittata era fatta. La gente si era riversata festante per le strade, aveva ricominciato a respirare, si era stretta in un abbraccio collettivo. I locali avevano riaperto, le mascherine gettate e la socialità aveva ripreso a marciare.

Un nuovo mondo stava per nascere e quello vecchio, anche se avrebbe opposto una strenua resistenza, prima o poi sarebbe stato sopraffatto.

La vita è una bellissima avventura. Unica, emozionante e a tratti anche pericolosa. Non lasciatevela portare via dalla dittatura, dalla paura, da chi non vuole lasciarvela vivere sino in fondo.

La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altri.

(Oscar Wilde)

Buon compleanno Bruno... #unmaskyourlife

Commenti

Post popolari in questo blog

La Sindrome di Stoccolma

Tutti morimmo a stento

L'Italia non c'è più